N° 3/2019
Scient..

Grande rialzo del seno mascellare e sue complicanze

Fig 1 e 2 - Panorex e sezioni radiali  (o cross) Cone Beam. Edentulia totale. Netto riassorbimento dell’osso alveolare nei quadranti \'\' edio - posteriori di entrambi i lati che non consente una programmazione implanto-protesica senza ricorrere ad un rialzo dei seni.  Normalmente aereati i seni mascellari.

Il grande rialzo del seno mascellare è un intervento che si esegue per ottenere una ricostruzione verticale dell’osso nelle zone del mascellare superiore posteriore, deficitarie in seguito ad atrofia dello stesso. Tutto ciò al fine di poter inserire degli impianti. 

La tecnica classica prevede un’apertura di uno sportello osseo vestibolare o crestale con scollamento della membrana  schneideriana e riempimento parziale della cavità sinusale con una miscela di osso autologo ed eterologo nello spazio tra la membrana e il pavimento del seno.

Fig 3 e 4 - Panorex e sezioni radiali  Cone Beam  Rialzo di entrambi i seni mascellari.  Il materiale inserito è omogeneo, di buona densità ed è stato ottenuto uno spessore verticale adeguato per inserire fixtures. I seni mascellari sono normalmente aereati. Le misurazioni dimostrano uno spessore adeguato.

Prima di programmare l’intervento va valutata con attenzione la quantità verticale residua dell’osso crestale,  la presenza di eventuale tessuto infiammatorio nel seno, il suo grado di pneumatizzazione e l’esistenza di setti ossei verticali. Tutti questi dati vengono evidenziati dall’esame Cone Beam preoperatorio, indispensabile per il bilancio chirurgico.

Fig 5.  Ricostruzioni panorex e radiali Cone Beam. Esiti di rialzo del seno mascellare destro. Riassorbimento nella  porzione caudale del rialzo soprattutto sul versante vestibolare. Pertanto la fixture rappresentata nelle sezioni  radiali 20 e 21 appare “scoperta” sul versante vestibolare e laterale. Si apprezzano voluminose formazioni polipoidi del seno mascellare destro per verosimile complicanza flogistica antrale.

Le complicanze possibili di tali interventi sono la perforazione della membrana schneideriana e la dispersione del materiale innestato all’interno della cavità antrale che in tal caso non rimane ben conglomerato e pertanto non genera le condizioni per poter in seguito o contestualmente inserire gli impianti.  Altra possibile complicanza è la possibilità di ingenerare infezioni all’interno del seno, che richiedono in seguito uno svuotamento chirurgico del seno mascellare  (intervento di Caldwell-Luc e molto più frequentemente ad oggi FESS). 

Sono possibili anche – seppur raramente – complicanze vascolari per recisione delle anastomosi tra arteria alveolare postero-superiore ed infraorbitoria.

Fig 6 - Ricostruzioni panorex e radiali Cone Beam. Rialzo del seno mascellare destro. Riassorbimento nella  porzione caudale del rialzo che appare “escavato” (cfr. panorex). Si apprezza fixture dispersa nel seno in aderenza a tessuto flogistico pseudopolipoide (cfr. panorex e sezioni radiali da  14 a 18).

Per prevenire tali evenienze è necessaria un’attenta anamnesi sistemica del paziente e verificare eventuali terapie farmacologiche assunte dal paziente in caso di osteoporosi (bifosfonati). 

Nel caso di concomitanti sinusiti è indispensabile eseguire altresì un esame Cone Beam dell’arcata superiore esteso cranialmente alle unità ostio-meatali per valutarne la pervietà.

Nell’eventualità di un cospicuo impegno dei seni mascellari sarà necessario eseguire un accertamento più ampio del massiccio facciale con visualizzazione anche del complesso etmoido-sfenoidale e dei seni frontali con ricostruzioni assiali, coronali e sagittali.

Fig 7 e 8-  Cone beam dei seni paranasali. Ricostruzioni assiali, coronali e sagittali. Esiti di rialzo del seno mascellare destro: il materiale inserito di forma estremamente poco ortodossa si è disperso nel seno mascellare, inglobato in voluminose formazioni polipoidi che l’occupano totalmente ed aggettano nel meato medio omolaterale. Consensuale opacamento del labirinto etmoidale destro. Osteolisi della parete mediale del seno mascellare con materiale di rialzo migrato nella fossa nasale destra (cfr. ricostruzione coronale 24). La flogosi discontinua il pavimento del seno: il materiale di rialzo si incunea nella fistola oro-antrale (cfr. ricostruzioni coronali 23 - 24 e sagittali 10 e 11).

 

Autore

img
Ferdinando D'ambrosio

Suggeriti

B&B Dental: gli eventi formativi di dicembre 2022
B&B Dental: gli eventi formativi di dicembre 2022
N° 6/2022
B&B
News 
L’igienista dentale secondo U.N.I.D.: tra etica, gestione e formazione.
L’igienista dentale secondo U.N.I.D.: tra etica, gestione e formazione.
N° 5/2022
Augusta Virno
News 
Un accordo Made in Italy tra Prima Additive e 88dent per la distribuzione worldwide di tecnologia additive nel settore dentale
Un accordo Made in Italy tra Prima Additive e 88dent per la distribuzione worldwide di tecnologia additive nel settore dentale
N° 5/2022
Redazione Infomedix
News 
2° Congresso Internazionale di B&B Dental s.r.l.
2° Congresso Internazionale di B&B Dental s.r.l.
N° 5/2022
B&B
News 
Univet Loupes Diventa il più Grande Produttore Europeo di Sistemi Ingrandenti
Univet Loupes Diventa il più Grande Produttore Europeo di Sistemi Ingrandenti
N° 4/2022
Fabian Salaverry
News 
Impianti Sottoperiostali Eaglegrid  nelle mono edentulie
Impianti Sottoperiostali Eaglegrid nelle mono edentulie
N° 2/2022
Marco Roy
Scient.. 
Analisi della deposizione di particelle metalliche dalle frese chirurgiche dopo procedure di chirurgia implantare guidata
Analisi della deposizione di particelle metalliche dalle frese chirurgiche dopo procedure di chirurgia implantare guidata
N° 2/2022
Giovanni Falisi, Giordano Foffo, Marco Severino, Carlo Di Paolo, Serena Bianchi, Sara Bernardi, Davide Pietropaoli, Sofia Rastelli, Roberto Gatto, Gianluca Botticelli,
Scient.. 
Gestione della salute orale  nel paziente Special Needs
Gestione della salute orale nel paziente Special Needs
N° 2/2022
Maria Ricci
News