N° 1/2018
Divulg..

Conoscere per farsi conoscere

In un mondo globalizzato, sempre più competitivo e in continua evoluzione è necessario saper sfruttare a proprio vantaggio tutti i fattori. Adattarsi all’ambiente che cambia non basta più: occorre trasformare il cambiamento in opportunità di crescita. 

Ma in che modo? 

Grazie alla condivisione del sapere. 

La condivisione del sapere è un’attività attraverso la quale la conoscenza (vale a dire informazioni, competenze o esperienze) viene scambiata tra le persone, gli amici, le famiglie, le comunità o le organizzazioni. Proprio quest’ultime hanno individuato nel sapere un bene immateriale prezioso per creare e sostenere vantaggi competitivi. 

 

Come illustrato da Foy nel 1999: “Bisogna facilitare l’apprendimento, attraverso la condivisione della conoscenza, per poter supportare nuove idee, prodotti e processi”. Raccogliere e codificare le informazioni diffuse e metterle a disposizione in un sistema di immediata accessibilità non è più solo un motivo di successo, è di fatto una condizione indispensabile per competere nel proprio scenario. Le tecnologie non sono sufficienti per creare quella forte e pervasiva cultura della condivisione indispensabile per attivare sistemi di gestione del sapere o di Knowledge Management. Si potrà vincere sulla concorrenza solo se si saprà creare un contesto dove le persone non vengono valutate solo per la loro conoscenza, ma anche per la capacità di scambiarla.

 

In questo contesto nasce “Infomedix Odontoiaria, la condivisione del sapere”: uno spazio di confronto e di crescita a disposizione di coloro che vogliono condividere il sapere. 

“Di regola, l’uomo che ha più successo nella vita è colui che ha più informazioni” afferma Benjamin Disraeli, politico e scrittore britannico del XIX secolo, e noi non possiamo che concordare con questa affermazione. 

Il dentista che conosce e trasmette la propria esperienza ai colleghi, migliora le proprie competenze riuscendo a prevalere sulla concorrenza.

Ma cosa significa “conoscere”? Dal latino cognoscere, composto dalla particella latina cum e (g)noscĕre ossia “conoscere”, a sua volta dal greco gnòsis, indica la consapevolezza e la comprensione di fatti, verità o informazioni ottenute attraverso l’esperienza o l’apprendimento a posteriori. La conoscenza è l’autocoscienza del possesso di informazioni connesse tra di loro, le quali, prese singolarmente, hanno un valore e un’utilità inferiori. 

Il sapere costituisce un valore aggiunto, un’attività immateriale per costruire e sostenere un vantaggio competitivo all’interno delle organizzazioni.

 

La condivisione delle conoscenze a volte può costituire una sfida importante nel campo della gestione della conoscenza. La difficoltà di condivisione della conoscenza risiede nel trasferimento di conoscenze da un soggetto all’altro. Sovente si tende a resistere nel condividere le proprie conoscenze a causa dell’idea che la conoscenza è di proprietà. 

Per contrastare ciò gli individui devono essere rassicurati sul fatto che essi riceveranno un qualche tipo di incentivo per ciò che creano. Kimiz Dalkir ha tuttavia dimostrato che gli individui sono più comunemente ricompensati per ciò che sanno, non per ciò che condividono (Knowledge Management in Theory and Practice, 2005). 

 

Quando la condivisione della conoscenza è ostacolata si verificano conseguenze negative, come l’isolamento e la resistenza alle idee. Per promuovere la condivisione delle conoscenze e rimuovere gli ostacoli ad essa, la cultura organizzativa di un’entità deve incoraggiare la scoperta e l’innovazione.

 

Alla base però ci deve essere la volontà delle persone di considerare la conoscenza come un bene da condividere. Produrre, trasferire e condividere conoscenza per ottenere un vantaggio competitivo. 

Per conoscere, per farsi conoscere.

 

Autore

img
Baldo Pipitone

Suggeriti

B&B Dental: gli eventi formativi di dicembre 2022
B&B Dental: gli eventi formativi di dicembre 2022
N° 6/2022
B&B
News 
L’igienista dentale secondo U.N.I.D.: tra etica, gestione e formazione.
L’igienista dentale secondo U.N.I.D.: tra etica, gestione e formazione.
N° 5/2022
Augusta Virno
News 
Un accordo Made in Italy tra Prima Additive e 88dent per la distribuzione worldwide di tecnologia additive nel settore dentale
Un accordo Made in Italy tra Prima Additive e 88dent per la distribuzione worldwide di tecnologia additive nel settore dentale
N° 5/2022
Redazione Infomedix
News 
2° Congresso Internazionale di B&B Dental s.r.l.
2° Congresso Internazionale di B&B Dental s.r.l.
N° 5/2022
B&B
News 
Univet Loupes Diventa il più Grande Produttore Europeo di Sistemi Ingrandenti
Univet Loupes Diventa il più Grande Produttore Europeo di Sistemi Ingrandenti
N° 4/2022
Fabian Salaverry
News 
Impianti Sottoperiostali Eaglegrid  nelle mono edentulie
Impianti Sottoperiostali Eaglegrid nelle mono edentulie
N° 2/2022
Marco Roy
Scient.. 
Analisi della deposizione di particelle metalliche dalle frese chirurgiche dopo procedure di chirurgia implantare guidata
Analisi della deposizione di particelle metalliche dalle frese chirurgiche dopo procedure di chirurgia implantare guidata
N° 2/2022
Giovanni Falisi, Giordano Foffo, Marco Severino, Carlo Di Paolo, Serena Bianchi, Sara Bernardi, Davide Pietropaoli, Sofia Rastelli, Roberto Gatto, Gianluca Botticelli,
Scient.. 
Gestione della salute orale  nel paziente Special Needs
Gestione della salute orale nel paziente Special Needs
N° 2/2022
Maria Ricci
News